Novità, Recensioni

RECENSIONE: “Wonder Woman: Warbringer” di Leigh Bardugo

Un libro in ritardo di qualche anno

Autore: Leigh Bardugo, Titolo: Wonder Woman: Warbringer

Fabbri Editore, 2017, 458 pagine

È la prima volta che mi approccio alla lettura di un retelling e mi sono decisa per il semplice fatto che io adoro il personaggio di Wonder Woman. Ho comprato il libro senza farmi troppe domande, sapevo che era uno Young Adult e che probabilmente mi avrebbe delusa ma ho voluto rischiare lo stesso. Risultato? Ho letto il libro in ritardo di qualche anno. Ma andiamo per gradi.

Nel libro incontriamo una giovane Diana che ancora non ha mai lasciato l’isola sulla quale naufraga la nave di Alia, una ricca ragazza di New York. Diana la salva ma scopre grazie all’Oracolo che Alia è una Warbringer ovvero una diretta discendente di Elena di Troia. Non le resta altro da fare che spezzare la catena di distruzione in un modo o nell’altro dimostrando a tutte le amazzoni di avere il diritto di essere una di loro.

La storia era promettente: una versione alternativa di come Diana è diventata Wonder Woman. Peccato che non si spiega né come Alia sia naufragata lì, né viene mostrata l’effettiva Wonder Woman. Diana diventa semplicemente una “superdonna” snaturata del suo personaggio.

A proposito dei personaggi. Tutti perfetti, manco un capello fuori posto. Tutti fisicati e se non lo sei, sei super intelligente. Ed è proprio questo il motivo per il quale gli young adult non mi vanno giù: i protagonisti, prevalentemente tutti 17 anni, non hanno il minimo difetto. Sono sempre perfetti in tutto quello che fanno, indipendenti e non sbagliano mai. Non solo è poco realistico, ad un certo punto diventa proprio irritante.

Adesso arriviamo al punto dove vi spiego perché il libro l’ho letto in ritardo di qualche anno. Se lo avessi letto quando avevo 16-17 anni decisamente lo avrei adorato perché mi sarei sentita presa di più in causa. Quando hai quell’età vedi il mondo diversamente, con gli occhiali rosa su se vogliamo. Al contrario in questo momento capisco che tutto quello che Bardugo ha descritto è tanto ispirante quanto poco fattibile.

Per questi motivi mi sento di consigliarlo a tutti quelli che sono ancora nell’età giusta, il libro farà sicuramente per voi. Ma se inside vi sentite già un po’ troppo vecchi per this shit, allora lasciate perdere.

Se il libro ti ha incuriosito e vuoi sostenere il progetto acquistalo tramite questo link:

Non avrai nessun costo aggiuntivo, mentre io riceverò una piccola commissione da Amazon. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.