Novità, Recensioni

RECENSIONE: “The Last Girl” di Joe Hart

Quanto vale una vita?

Autore: Joe Hart, Titolo: The Last Girl

Editore: La Corte Editore, 2017

Romanzo, 397 pag.

Un’epidemia ha ridotto drasticamente il numero delle donne sulla Terra. Zoey è cresciuta in un centro scientifico che protegge e studia le ultime ragazze rimaste per poter contrastare l’epidemia e far tornare tutto alla normalità. Ma a che prezzo? Il sottotitolo di questa recensione è una domanda ricorrente del libro che si fa la protagonista.

Quanto vale una vita?

Può essere sacrificata per un bene superiore? Quanta importanza ha la libertà? Queste sono tutte domande che l’autore Joe Hart cerca di affrontare nel libro.

Il romanzo mi ha da subito ricordato Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood: una catastrofe che porta le donne ad essere private delle loro libertà, persino del loro nome (nel racconto le ancelle prendono il nome del loro “padrone”, mentre le ragazze nel centro scientifico inventato da Hart non conoscono il proprio cognome). A differenza del distopico di Atwood però troviamo delle ragazze molto più coraggiose e piene di forze, che paradossalmente sono più simili alle ancelle dell’omonima serie tv uscita nel 2017. Secondo me, è tutta questione di tempi: l’autrice ha vissuto in un periodo ancora burrascoso e mostrare delle donne che se la cavavano facilmente senza un uomo era forse ancora poco pensabile. Al contrario, oggigiorno mostrare delle donne che dipendono dagli uomini è quasi diventato un tabù.

Il libro è ben bilanciato e alterna piacevolmente momenti di pausa e di riflessione a quelli di azione e ansia. L’autore è davvero bravo a rendere l’ambientazione vivida e far provare al lettore i sentimenti forti che prova la protagonista, soprattutto in una scena iniziale dove lei è rinchiusa al buio. Tuttavia, per me il romanzo non passa proprio a pieni voti: in parecchi momenti del libro tutto dipende dalla fortuna che è stranamente sempre dalla parte di Zoey. Certo, riceve le sue batoste, ma sembra quasi che ci sia una mano divina che la guida e la protegge nei momenti peggiori.

Lo stile dell’autore è semplice e scorrevole e questo aiuta a rendere il libro accessibile ad un maggior numero di lettori, prendendo in considerazione anche le ragazze. A mio parere, è fondamentale proporre libri ad un pubblico giovane che stimolino il loro interesse per tematiche molto attuali ed importanti. The Last Girl di Joe Hart è sicuramente uno di questi libri.

Se il libro ti ha incuriosito e vuoi sostenere il progetto acquistalo tramite questo link:

Non avrai nessun costo aggiuntivo, mentre io riceverò una piccola commissione da Amazon. Grazie!

2 thoughts on “RECENSIONE: “The Last Girl” di Joe Hart

  1. Ero davvero curiosa di leggere questo libro e dopo la tua recensione credo che non me lo farò scappare! Sono anche molto curiosa de “Il racconto dell’ancella”, lo conosco ma non ho nai avuto occasione di leggerlo.
    Comunque, bella recensione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.