Novità, Recensioni, Storia in versi

STORIA IN VERSI:“Sull’amore” di Charles Bukowski

Raccolta di poesie, Titolo originale On Love

UGO GUANDA EDITORE, aprile 2017

Traduzione di Simona Viciani

Pagine 285, Prezzo versione cartacea 16,50 euro

 

Appassionati, amanti e fan di Bukowski, udite-udite! È uscita da pochi mesi una raccolta di poesie inedite del famigerato autore.

La casa editrice Guanda dal 2007 pubblica una volta all’anno una raccolta di poesie di Bukowski, ma questa volta è diverso: tutte le poesie della raccolta sono degli inediti del poeta (da fan sfegatata dell’autore sono morta e rinata dalla gioia quando l’ho scoperto!).

Le poesie definite come “inedite” o “mai pubblicate” sono state in effetti pubblicate in passato soltanto da piccole riviste letterarie poco conosciute o di scarsa diffusione – con una tiratura al massimo di 200 o 300 copie. Allo stesso modo, se è vero che alcune di queste poesie sono già apparse in precedenti raccolte per le edizioni Black Sparrow ed Ecco, le specifiche versioni che si trovano in questo volume non sono mai state pubblicate prima*. Questo libro è quindi una raccolta inedita di poesia di Charles Bukowski.

* Lo stesso vale anche per i testi già pubblicati nelle edizioni italiane, che qui sono completamente ritradotti. [N.d.R.]

Da notare, appunto, che nel libro troviamo le poesie tradotte e in nota a piè di pagina le poesie nella lingua originale.

La raccolta si intitola Sull’amore e già potete immagine quale sarà il filo conduttore di tutte le poesie. Attenzione, non fatevi ingannare dal titolo, poiché ricordiamoci che Bukowski è stato associato alla corrente letteraria di realismo sporco (e non solo nella prosa).

Mi sento di consigliare questo libro solo ai veri appassionati di Bukowski, poiché i lettori che si avvicinano alle sue opere per la prima volta potrebbero rimanere sconvolti da quello che per Bukowski è amore. L’amore di Bukowski non è rose e fiori, ma è molto crudo, violento, sporco, rozzo. L’amore di cui si parla nella raccolta non è solo l’amore verso le donne, ma anche verso sua figlia, suo padre, il suo editore. Tramite questo libro è possibile ammirare con gli occhi del poeta tutte le sfaccettature del sentimento più potente dell’universo.

Di seguito vi lascio alcune informazioni che vi potrebbero essere utili per comprendere meglio certe sue poesie:

  • In una delle poesie l’autore viene chiamato Bandini da una donna. Arturo Bandini è il protagonista del romanzo Ask the dust di John Fante, romanzo che è stato capitale nella formazione di Charles. Lui si sentiva per molti versi Bandini
  • Suo padre era un ex militare e il rapporto tra di loro era molto difficoltoso (Bukowski afferma che il padre era a volte violento). Charles gli dedica alcune poesie in questa raccolta, mostrando che dopotutto l’approvazione dei genitori rimane sempre un punto fondamentale per qualsiasi persona. Anche per uno come Bukowski.
  • Jane Cooney Baker è stato il più grande amore di Bukowski è la sua morte prematura ha spezzato il cuore dell’autore creando una serie di racconti e poesie (alcune delle quali sono, appunto presenti nella raccolta)
  • Frances Smith è la madre della sua unica figlia, Marina Louise. Charles non aveva un grande rapporto con Frances, definendola, nella raccolta, vecchia denti-storti.
  • Marina Louise, invece, era la sua immensa gioia, come lo è sempre la figlia per un padre. Una serie di poesie le è stata dedicata nella raccolta, ma la mia preferita è per i 18 mesi di Marina Louise.

Questa poesia a parte, mi sono rimaste particolarmente impresse definizione, lettera di accettazione e per Jane. Quali sono le vostre preferite?

1 thought on “STORIA IN VERSI:“Sull’amore” di Charles Bukowski

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.