Novità, Recensioni

RECENSIONE: “Lacci” di Domenico Starnone

Lacci fisici e metaforici di Domenico Starnone

Autore: Domenico Starnone, Titolo: Lacci

Editore: Einaudi, 2014

Romanzo breve, 133 pagine

Lacci di Domenico Starnone mi è capitato tra le mani quasi per caso: l’ho letto per l’evento Pagine Fragili: capitolo 4 organizzato da Mattia Tortelli e devo dire che sono rimasta piacevolmente stupita dal libro e dallo stile dell’autore che ahimè non conoscevo.

La trama è più che banale: una storia di tradimento del padre di famiglia che se ne va dall’amante e di tutto ciò che ne consegue. L’esposizione, al contrario, è il più possibile lontana dal banale. Il libro è diviso in tre grosse parti e in ognuna la storia è raccontata da un punto di vista diverso: prima soffriamo insieme alla moglie, leggendo le lettere inviate al marito, poi assistiamo alla giustificazione del marito e forse cambiamo idea sulla sua piena colpevolezza; infine sentiamo anche la voce degli ormai cresciuti figli che sono da sempre tirati in ballo dai genitori come mezzo di ricatto o punto debole sul quale premere per ottenere qualcosa.

La narrazione salta dal passato al presente numerose volte, ma tutto resta molto chiaro e facile da seguire. Il titolo, Lacci, è un simbolo ricorrente dell’opera, sia fisico che metaforico. Rappresentano quelle linee sottili che uniscono non semplicemente le persone, ma vari momenti delle loro vite, intrecciandole peggio delle cuffie dimenticate per un pomeriggio in tasca della giacca.

Solo un dettaglio non mi ha fatto apprezzare appieno il libro: il modo brusco di Starnone di interrompere i capitoli e il finale del libro stesso. Mattia ha dato una sua interpretazione a questa scelta dell’autore, ovvero il fatto che così è la vita. Noi, leggendo questo romanzo breve, scopriamo solo una piccola parte della famiglia e non siamo nemmeno sicuri fino in fondo che tutto quello che viene detto sia la verità. Sono d’accordo con lui, se penso all’analisi del testo, ma da semplice lettrice dico: e ora? Voglio sentire come va a finire!

Il libro piacerà alle persone in cerca di una storia vera e realistica, ma non è solo un semplice romanzo sul tradimento. Starnone con questo episodio guarda all’interno delle persone, esplorando appunto le loro personalità, cosa sono disposte a fare, a sacrificare per stare bene con sé stessi. Propone, dunque, un ottimo spunto di riflessione su ognuno di noi.

Acquistando il libro tramite questo link aiuti il progetto ad andare avanti.
Io riceverò una piccola commissione da Amazon senza nessun costo aggiuntivo per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.