Novità, Recensioni

RECENSIONE: “Follia” di Patrick McGrath

La vera follia è non leggere questo libro

Autore: Patrick McGrath, TitoloFollia

Editore: Adelphi, 2012

Romanzo, 296 pagine

Patrick McGrath ci catapulta nell’Inghilterra del 1959 in un manicomio criminale e ci fa scoprire l’amore proibito tra Stella Raphael, la moglie del vicedirettore dell’ospedale, ed Edgar Stark, uno scultore, detenuto per aver ucciso sua moglie. Il narratore è lo psichiatra di Edgar e anche un amico di Stella, conosce quindi nei dettagli la loro storia e la racconta al lettore come se fosse un suo caro amico ma pur sempre con un certo distacco, da vero psichiatra.

La trama mi ha colpita sin da subito e lo stesso vale per le prime pagine. Il libro mi ha tenuta incollata facendomi desiderare di continuare la lettura (una sensazione che non provavo da moltissimo tempo).

Tutto il romanzo si concentra sullo sviluppo della loro storia d’amore ma non è una di quelle storie sdolcinate, anzi, è una storia malata, distruttiva. Nessuno dei personaggi ne uscirà illeso, ma non preoccupatevi, non è uno spoiler: l’autore lo annuncia già nelle prime pagine, preparando il lettore al finale.

McGrath presta una particolare attenzione alla definizione di ogni singolo personaggio costruendo tramite le parole delle vere e proprie persone. Ogni personaggio è una creazione dettagliata e controversa. Ad esempio, Edgar è un personaggio cupo, negativo ma avanzando con le pagine si riesce benissimo a comprendere l’attrazione che Stella ha provato per lui. Leggendo del dolore e dei dubbi che lei provava si inizia a desiderare di poter essere lì ad aiutarla. Anche se per come è fatta Stella…

Essere fuori, al di là della legge, era sempre la sensazione più forte che di potesse provare, mi disse, era quello che le dava alla testa. Le donne romantiche, riflettei: non pensano mai al male che fanno in quella loro forsennata ricerca di esperienze forti. In quella loro infatuazione per la libertà.

Follia rientra ufficialmente nella mia personalissima top-10 dei migliori libri di sempre. Desidero fare una cosa che non è da me: vi lascio di seguito l’incipit del libro e dopo averlo letto ditemi voi se avete ancora qualche dubbio se acquistarlo. Io ne dubito.

Le storie d’amore catastrofiche contraddistinte da ossessione sessuale sono un mio interesse professionale ormai da molti anni. Si tratta di relazioni la cui durata e la cui intensità differiscono sensibilmente, ma che tendono ad attraversare fasi molto simili: riconoscimento, identificazione, organizzazione, struttura, complicazione e così via. La storia di Stella Raphael è una delle più tristi che io conosca. Stella era una donna profondamente frustrata, che subì le prevedibili conseguenze di una lunga negazione e crollò di fronte a una tentazione improvvisa e soverchiante. Come se non bastasse era una romantica. Traspose la sua esperienza con Edgar Stark sul piano del melodramma, facendone la storia di due amanti maledetti che sfidano il disprezzo del mondo in nome di una grande passione. E’ stata una vicenda il cui corso ha distrutto quattro vite, eppure Stella, ammesso che abbia mai provato qualche rimorso, è rimasta fedele alle sue illusioni fino alla fine. Io ho cercato di aiutarla, ma lei mi ha tenuto lontano dalla verità finché non è stato troppo tardi. Non aveva scelta.

Se il libro ti ha incuriosito e vuoi sostenere il progetto acquistalo tramite questo link:

Non avrai nessun costo aggiuntivo, mentre io riceverò una piccola commissione da Amazon. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.